top of page
Search

Il vetro di mare: una breve storia

una breve storia sul vetro di mare


Da dove proviene?


L'esistenza del vetro marino nasce dal vetro che conosciamo, quello che ha come componente principale la silice, dal bicchiere in cui beviamo l'acqua, il contenitore in cui tieniamo la pasta, il vetro delle finestre e così via. Per diventare vetro di mare questo materiale, dopo esser stato buttato lungo le regioni costiere oppure scartato negli oceani o nei corsi d'acqua, tutt' ora usati come discariche, affiora poi sulle spiagge. A suo tempo in tutto il mondo quella era la soluzione piu semplice e alcuni problemi non sono stati presi in considerazione; all'epoca aveva semplicemente senso. Purtroppo la pratica è ancora oggi seguita in molti paesi che non offrono migliori soluzioni alla popolazione oramai sovrastata dal consumismo e non prendono in considerazione che il vetro é per sempre e ha moltplici possibilitá di riutilizzo.


spiaggia Marina Lunga a Lipari


Come si forma?


Il vetro di mare non è altro che comune vetro, spezzato in pezzi più piccoli, levigato lentamente dalla sabbia e dalle pietre mentre rotola tra le onde fino ad acquisire un aspetto opaco e arrotondato, che ricorda i cristalli. Sono la prova dell'azione benevola della natura, che trasforma i nostri rifiuti in piccole opere d'arte. Secondo la rivista americana "Beachcombing", specializzata in tesori marini, il vetro di mare impiega dai 20 ai 40 anni, e talvolta fino a 100 anni, per acquisire la sua consistenza e forma caratteristiche. Vetro di spiaggia o vetro di mare é una gemma marina.


Si dice del vetro di mare che, per quanto riguarda il suo "processo di fabbricazione", è l'opposto dei diamanti, in quanto i diamanti sono prodotti dalla natura e lucidati dall'uomo, mentre il vetro di mare è prodotto dall'uomo, ma levigato dalla natura.


Dove si trova?


Il vetro in sé é presente in tutto il mondo peró in prossimitá di alcuni luoghi, in particolare dove l'intensitá é maggiore o l'erosione degli agenti atmosferici piu intensa e le spiagge sono piu adatte alla sua lavorazione c'é maggiore possibilitá di incontrarne. Credo che il vetro di mare si possa trovare in tutto il mondo bisogna incontrare le condizioni adatte. Tuttavia, al giorno d'oggi, sta diventando più difficile vederli lungo le spiagge. Perché?


Ultimamente il vetro non è più usato come una volta. 50 anni fa il vetro veniva utilizzato per la conservazione di quasi tutto, dalle bottiglie e stoviglie ai fari delle auto, ma oggi è stato sostituito da diversi tipi di plastica.


Cos'è raro?


La rarità del vetro marino dipende spesso dal suo colore o dalla visualizzazione di segni distintivi. Questo perché solo pochi articoli sono stati realizzati come contenitori di vetro blu, lavanda, viola o rosa, per non parlare del vetro nero che la sua produzione fu interrotta all'inizio del '900. Allo stesso modo si trovano diverse tinte e sfumature rare di colori invece piu comuni come il verde o il marrone.

A volte il suo colore cambia anche a seconda dell'equilibrio chimico tra l'acqua e i componenti del vetro stesso o dall'azione dei raggi UV del sole.

vetrini di mare blu cobalto che ho trovato e ho creato questo paio di orecchini


Il viaggio del vetro di mare è un mistero e un suo segreto. Sta a noi cercare di immaginare i segreti che ogni pezzo nasconde, a volte nascosti per l'eternità… Trovo affascinante cercare di scoprire da dove proviene quel particolare pezzo di Sea Glass.


Nel prossimo post spiegherò di più sui rari colori del vetro di mare e sulla possibile natura.

67 views0 comments

Recent Posts

See All

コメント


bottom of page